CHE COSA È

L'ingrediente principale della “Scapece Gallipolina” sono piccoli pesci appartenenti alle specie del pesce azzurro che vengono lavati, panati con farina e fritti. I pesci fritti vengono poi disposti, a partire dal fondo della tinozza, a strati alternati con la mollica di pane imbevuta con l’aceto in cui è stato sciolto lo zafferano. Il ripetersi di questa alternanza di strati prosegue fino a quando la tinozza non è colma e presenta sulla superficie lo strato di pane grattugiato ingiallito dallo zafferano e bagnato di aceto. La mollica che si utilizza è quella della pagnotta, la forma di pane viene privata della crosta e tagliata a metà, le varie metà vengono poi strofinate su uno strumento detto “crattacasa” (grattuggia). Le cui peculiarità sono: una squisita combinazione fra il profumo caratteristico, il colore giallo vivo dello zafferano, la fragranza marina, la presentazione del prodotto in contenitori di legno di castagno caratteristici.

Contattaci

scopri di piÙ

la storia

La scapece nasce dall’esigenza di conferire al prodotto ...

Approfondisci

che cos'È

L'ingrediente principale della “Scapece Gallipolina” sono ...

Approfondisci

feste patronali e sagre

La lista di eventi dove saremo presenti

Approfondisci

caratteristiche nutrizionali

Perchè non farla mancare a tavola

Approfondisci